Montesantangelo02

La nascita del quartiere denominato Rione Junno risale al VI secolo. Il quartiere ha una struttura tipicamente medioevale. Il quartiere è caratterizzato dalla presenza tante di piccole case a schiera ad un solo piano di colore bianco (tinteggiate con la calce), con la porta centinata sormontata da una grande e unica finestra con tetto a due spioventi, da strette stradine, basse scalinate, e spazi molto piccoli.

Il Rione Junno è un luogo singolare, unico, nato per dare ospitalità ai pellegrini devoti a San Michele, da sempre subordinato al Santuario, è un piccolo gioiello di architettura essenziale dove è ancora possibile godere di beni immateriali come la luce, il silenzio, l’aria incontaminata, che presta riparo dal vento e allo stesso tempo favorisce il senso di “comunità” nei suoi abitanti.

Lo Junno è un luogo di grande spiritualità dove non di rado s’incontrano persone che nello Junno trovano il luogo dove meditare, rilassarsi o addirittura rinascere.

 

Foto Di rubatacchiniFlickr, CC BY-SA 2.0, Collegamento

Annunci